domenica 21 febbraio 2021

IL VOLTONE

 Riceviamo dalla Fondazione "A. MARAZZA" di Borgomanero il seguente comunicato stampa che ben volentieri portiamo a conoscenza dei nostri lettori.

Ringraziamo la Fondazione "A. Marazza" che ci ha segnalato questa importante iniziativa culturale.

Per accedere alla raccolta de "IL VOLTONE" cliccare

 


A partire da oggi, nella sezione “Biblioteca Digitale” del sito www.fondazionemarazza.it, verranno resi disponibili in formato PDF tutti i numeri della rivista “Il Voltone” finora pubblicati. 

Al momento sono consultabili i numeri dal 2013 al 2020, ma nel corso delle prossime settimane verranno digitalizzati e resi disponibili anche i numeri dal 2001 al 2012, in modo da rendere la raccolta completa e accessibile a tutti.

Borgomanero, 19/02/2021

Di seguito la presentazione dell’iniziativa redatta da Carlo Panizza, direttore del “Voltone”, pubblicata anche sul sito della Fondazione Marazza:

“Il Voltone” (memorie borgomaneresi tra passato e presente) venne pubblicato per la prima volta agli inizi del 2001, frutto della collaborazione tra il Gruppo filatelico e numismatico “Achille Marazza” che nel 2021 festeggia il 40° compleanno e la Società degli Operai di Mutuo Soccorso che di anni ne compie ... solo 160.

Nasceva come supplemento a “L’Hobby” il notiziario dei filatelici e numismatici iscritti al locale circolo. Il primo numero de “Il Voltone” era un fascicoletto di 16 pagine realizzato in economia e senza pretese.

Scopo dell’iniziativa, avevamo scritto sul primo numero era “quello di scavare nella memoria per riconoscere e salvaguardare una identità cui sono tuttora legate le generazioni più anziane per riproporla non come impossibile ritorno al passato ma come serbatoio di valori: la ricostruzione di questo patrimonio va indirizzata ai cittadini, utilizzata nelle scuole, valorizzata nella comunicazione esterna”.

In questi vent’anni hanno collaborato valenti studiosi come lo storico Alfredo Papale, Giovanni Cerutti, Angelo Vecchi, Gianni Barcellini, Laura Chironi, Alberto Temporelli, Fabio Valeggia, Lele Tacchini che hanno proposto tasselli della storia locale, anche quella più antica, facendo anche riscoprire il patrimonio artistico della città.

Altri hanno contribuito con ricordi della storia più recente, quella del secolo scorso, che li ha avuti come protagonisti o testimoni diretti: tra loro il professor Eugenio Borgna, il compianto Giuseppe Bacchetta e Piero Velati.

Uno spazio importante è sempre stato riservato alla poesia dialettale.

Da alcuni anni sono state coinvolte anche le frazioni: in modo particolare Santa Cristina con i ricercatori del Museo della civiltà agricola “La Manèra” e il gruppo di studiosi di “Varganbas”, la frazione di Santo Stefano.

In questi anni sono stati anche realizzati due numeri speciali: il primo nel 2011 in occasione del 150° di fondazione della Soms e il secondo nel 2013 per il 25° della scomparsa dell’ex vice sindaco poeta Giovanni Pennaglia.

“Il Voltone” NON SI TROVA NELLE EDICOLE ma è riservato ai soci del Gruppo filatelico e numismatico “Achille Marazza” e della Soms. Grazie al contributo che viene erogato dal Comune è possibile far fronte in parte alle numerose richieste da parte della cittadinanza. Per essere certi di assicurarsi in futuro una copia è sufficiente iscriversi alla Soms o al Gruppo Marazza. Sarebbe questa una dimostrazione di sensibilità e di aiuto a favore di due importanti realtà territoriali.

Ora, grazie alla disponibilità della Fondazione Marazza che dal 1971 rappresenta un importante, eccezionale punto di riferimento per la cultura locale, l’intera raccolta de “Il Voltone” potrà essere letta in formato digitale sul sito della Fondazione stessa. È un ulteriore passo avanti, in chiave moderna, per raggiungere un sempre maggior numero di persone, molte delle quali pur essendo nate o avendo trascorso l’infanzia a Borgomanero sono state costrette, per lavoro o per i casi 

Carlo Panizza



lunedì 21 dicembre 2020

Iniziativa di consultazione degli utenti delle biblioteche pubbliche


Riceviamo dal nostro Centro Rete Fondazione A. Marazza di Borgomanero la seguente lettera firmata dal coordinatore della Rete delle Reti e dalla presidente nazionale dell'AIB, che ci invitano a promuovere un questionario on line rivolto agli utenti (reali o potenziali, quindi a tutta la popolazione)
"Gentile collega,

scriviamo per invitarti a prendere parte a una imminente ricerca, condotta da Rete delle Reti e dall’Associazione Italiana Biblioteche, con la direzione scientifica di BIBLAB – Laboratorio di biblioteconomia sociale e ricerca applicata alle biblioteche di Università di Roma Sapienza.
La ricerca è basata sulla somministrazione di un questionario online rivolto al pubblico. Ti chiediamo di dare la massima diffusione del link di accesso al questionario, predisponendone l’invio agli iscritti via mail, la pubblicazione sull’OPAC e la condivisione sui canali social. A seconda dell’organizzazione della tua realtà, queste azioni potranno essere effettuate centralmente dal sistema bibliotecario oppure dalle singole biblioteche.
L’iniziativa nasce dalla proposta di Maria Stella Rasetti, direttrice della Biblioteca San Giorgio di Pistoia, di aprire un canale di dialogo con utenti e cittadini per rilevare i bisogni negati dalla chiusura delle biblioteche e raccogliere elementi utili a capire come arrivare a soddisfarli nonostante le limitazioni ai nostri servizi.
Seguendo questo stimolo, il lavoro è stato portato avanti con l’intento di coniugare le esigenze della ricerca scientifica con il desiderio di mantenere vivo e attivo il contatto tra le biblioteche pubbliche e le loro comunità di riferimento, dando voce alle persone, di cui desideriamo conoscere il sentire più profondo. Hanno collaborato alla realizzazione del questionario Chiara Faggiolani, professore associato Dipartimento di Lettere e Culture Moderne Università di Roma La Sapienza, Cecilia Cognigni, coordinatrice della Commissione Nazionale Biblioteche Pubbliche dell’AIB, Stefano Rinaldi, dirigente del Comune di Seriate (BG), Gianni Stefanini, coordinatore della Rete delle Reti e Riccardo Demicelis, responsabile della comunicazione di Csbno.
 
Il questionario sarà compilabile da parte del pubblico dal 9 dicembre."

ADERIAMO ALL'INVITO e invitiamo tutte le persone di Comignago a partecipare Rispondendo al Questionario cliccando sul link sotto riportato. Grazie!

Caro Lettore,

in questo momento, gli spazi fisici delle biblioteche sono chiusi, ma desideriamo che il rapporto con le persone e le comunità continui e migliori.

Per questo abbiamo pensato a sottoporti un questionario
vogliamo darti voce ed ascoltare il tuo sentire.

Sono poche domande, ma che ci daranno un prezioso contributo per poter migliorare il servizio e capire come rendere più forte il legame delle biblioteche con le comunità e i territori, per soddisfare sempre meglio le tue esigenze e necessità.


Rispondi al questionario https://it.surveymonkey.com/r/Labibliotecaperte_social

È una grande indagine nazionale condotta da 
Rete delle Reti  per tutte le biblioteche pubbliche

italiane, insieme all’Associazione Italiana Biblioteche e con la direzione scientifica di BIBLAB - Laboratorio di biblioteconomia sociale e ricerca applicata alle biblioteche di Università di Roma Sapienza.

Ti ringraziamo per il tempo che vorrai dedicarci e per quanto vorrai condividere con noi.

sabato 19 dicembre 2020




CÜMIAC(G)

DICEMBRE 2020

FOGLIO INFORMATIVO A CURA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE - PRO MANUSCRIPTO

 

 

 

Come ormai noto con D.C.P.M. del 31 gennaio 2020 è stato dichiarato per sei mesi, e quindi sino al 31 luglio 2020, lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti dalla pandemia di COVID 19.

Con diversi provvedimenti governativi è stata disposta la chiusura forzata di molte attività economiche, mentre molte altre pur non essendo obbligate a farlo, hanno deciso anche per l’oggettiva impossibilità di garantire le misure minime di sicurezza, la sospensione della propria attività.

La grave crisi economica che ne è seguita ha determinato in molti contribuenti la difficoltà di adempiere  al pagamento della prima rata dell’IMU entro i termini previsti dalla legge.

In considerazione del fatto che però la legge prevede che i Comuni possano con proprio regolamento stabilire differimenti di termini per i versamenti per situazioni particolari e che riconosce a questi la facoltà di deliberare con proprio regolamento circostanze attenuante ed esimenti nel rispetto dei principi stabiliti dalla normativa statale, l’Amministrazione comunale ha ritenuto di procedere al differimento dei termini per il versamento dell’IMU, per l’anno d’imposta 2020, dal 16 giugno 2020 al 16 settembre 2020, ad eccezione della quota  di pertinenza statale.

La notifica ed il pagamento dell’imposta dovuta è avvenuta con le consuete modalità degli anni passati.

 

Parallelamente a questa agevolazione si è cercato di intervenire anche materialmente a favore di alcune famiglie disagiate arrivando a distribuire oltre cinquanta pacchi di aiuti alimentari. Di questo oltre all’aiuto offerto dai volontari, si deve ringraziare la CRI.

Purtroppo si deve segnalare l’abuso da parte di alcuni non aventi diritto, che hanno presentato richieste mendaci ma che sono state respinte. E purtroppo vi sono stati anche alcuni aventi diritto che hanno ritenuto il pacco non di loro gradimento….avrebbero preferito soldi!

 

Ricordiamo che la Ragioneria ha avviato il servizio PagoP.A. cioè la possibilità per tutti i cittadini di poter pagare direttamente tramite un apposito portale regionale on line, bolli auto, multe, mensa scolastica, scuolabus e altri servizi offerti da Comuni e Regione. Il servizio è già operativo e ha avuto ottimo riscontro presso l’utenza.

 Attivo è anche un pos per il pagamento con bancomat e carte di credito direttamente in Comune in quanto a partire da febbraio 2021 non sarà più consentito l’uso di contanti presso la Pubblica Amministrazione

 

OPERATIVO IL POSTAMAT IN PIAZZA

Finalmente l’iniziativa di portare un Postamat in piazza ha avuto compimento.

Come già ricordato nei numeri precedenti di Cumiac, nonostante la disponibilità di  Poste Italiane,  l’esecuzione dell’opera ha purtroppo avuto ritardi notevoli. Infatti come noi tanti altri Comuni hanno presentato la stessa richiesta e Poste Italiane, vista la non indifferente mole di lavoro, ha comunicato la sua decisione di dare priorità per l’installazione degli apparecchi ai Comuni che non hanno un ufficio postale proprio e solo in seconda battuta di provvedere ai Comuni che, come il nostro, ne sono dotati.

 I lavori sono pertanto slittati a quest’anno….ed è arrivato il Covid che di fatto ha dato una ulteriore battuta d’arresto a tutto, fino al mese di ottobre quando alla fine è stato possibile terminare il progetto.

Ora il servizio è funzionante ed accessibile.

 

POTENZIAMENTO DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

Dopo il buon esito del primo lotto di lavori, l’Amministrazione Comunale di Comignago ha partecipato alla richiesta di finanziamenti previsti dall’art.5 comma 2 –ter, del decreto-legge n.14/2017 “Patti per l’attuazione della sicurezza urbana e installazione di sistemi di videosorveglianza”.

La richiesta di finanziamenti è stata preceduta dalla sottoscrizione del Patto per l’attuazione della sicurezza urbana tra Sindaco e Prefetto.

Si è poi approvato il PROGETTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO COMUNALE LOTTO 2 per un importo complessivo di € 22.504,57. Tale progetto verrà in seguito inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Comignago.

Il progetto è stato sviluppato con l’intenzione  di esercitare un controllo del territorio nei suoi punti strategici, nei punti di accesso al paese e di traffico veicolare più significativo nonché tenendo conto dei fenomeni di vandalismo o criminosi che si sono registrati con maggior frequenza e a integrazione dell’impianto di videosorveglianza già realizzato.

Pertanto, a seguito di un’analisi territoriale che tenesse conto dei principi e delle esigenze sopra espresse, sono stati individuate le zone/aree in cui installare gli impianti La maggior parte dei punti non è alimentata da elettricità, pertanto si è reso necessario predisporre dei contatori.

Si è previsto di creare un’interconnessione tra i punti di ripresa e l’ufficio operativo della Polizia Locale e si è quindi verificata la realizzabilità della connessione di rete per evitare di avere ostacoli ambientali e fisici sulla linea che non consentano un’idonea connessione. Il collegamento verrà garantito attraverso ponti radio diretti o indiretti.

Le nuove telecamere verranno posizionate all’incrocio tra Via Principale e Via Santo Stefano, in Località Mottalunga, in Via Borgoticino una presso il passaggio a livello e l’altra presso il campo da calcetto e all’incrocio tra Via Prati e Via Circonvallazione.

 

CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

L’istituzione del Consiglio Comunale dei ragazzi è il traguardo di un percorso  che riprende quanto già contenuto e promosso dalla Convenzione sui diritti del fanciullo. In particolare si incentiva la realizzazione di azioni positive per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, per l’esercizio dei diritti civili fondamentali, anche mediante misure volte a promuovere la partecipazione dei bambini alla vita della comunità locale, anche amministrativa.

A tal fine gli organi scolastici unitamente alle rappresentanze dei genitori, hanno stilato un testo di regolamento disciplinante il Consiglio comunale dei ragazzi.

Ritenuto tale regolamento meritevole di attenzione in quanto reputato pienamente rispondente alle finalità di promozione della partecipazione dei ragazzi in età scolare alla vita civile di questa comunità, l’Amministrazione Comunale ha pertanto deliberato di istituire il Consiglio comunale dei ragazzi. Il regolamento è pubblicato nella sezione “Amministrazione trasparente” del sito internet del Comune.

 

LAVORI DI RESTAURO CONSERVATIVO E RISANAMENTO DEI PONTI AL KM. 4+100

Con apposita Ordinanza si è provveduto a regolamentare il transito veicolare mediante posa di segnaletica di cantiere per restringimento della carreggiata dal giorno 12/11/2020 al giorno 04/12/2020. Questa azione si è resa necessaria per consentire alla Ditta TECNOCOSTRUZIONISRL 

di eseguire i lavori in oggetto sulla S.P.n.89 ”OLEGGIO CASTELLO-COMIGNAGO”.

 

 

 

LAVORI DI MANUTENZIONE E ADEGUAMENTO PRESSO IL CIMITERO COMUNALE

Dato atto che il cimitero comunale presenta in molte sue parti stato di degrado che richiede urgente intervento di manutenzione, ripristino e adeguamento si è deliberato di procedere a lavori di riqualifica delle stesse. In particolare si sono rese necessarie la sostituzione della pavimentazione presso le colombaie, la riparazione della copertura di parte di queste ultime e dei bagni e interventi ai bagni stessi che spesso si allagavano.

I lavori sono previsti per la primavera 2021 in quanto i rigori dell’inverno impediscono la posa dei pavimenti.

Le opere in oggetto saranno finanziate con risorse a bilancio annualità 2020 e la spesa complessiva come risultante dal quadro economico è pari ad euro 50.000.

 

 

LA NOSTRA BUONA SCUOLA

FINE ANNO INSIEME PER I RAGAZZI DI QUINTA PRIMARIA

Il desiderio d’incontrarsi era forte per i ragazzi ed i genitori dopo i cinque anni trascorsi insieme ma bruscamente interrotti dalla pandemia covid-19.

Impossibile sarebbe stato festeggiare nei locali della scuola ma con il permesso del sindaco, il municipio, con il suo ampio parco e la sala consiliare, ha offerto sufficiente spazio per il distanziamento imposto dalle regole straordinarie previste per il drammatico evento che stiamo vivendo.

I bambini hanno così potuto vivere con gioia il momento del distacco dal primo ciclo di studi, approfittando subito per raccontarsi dal “vivo” l’esperienza dei mesi “io resto a casa”, nonché il via libera a rincorrersi finalmente in libertà. Hanno poi dato prova di maturità in sala consiliare apprezzando la lettera del sindaco letta da parte dell’assessore Mora che augura di fare tesoro della cultura che incontreranno e soprattutto di usare sempre l’intelligenza e l’onestà “per cambiare il mondo”. Purtroppo il Sindaco causa indisposizione non ha potuto presenziare.

Un momento toccante preparato dalle maestre Sofia Paracchini, Maria Cozzolino, Cristina Sibilia e Letizia Fontaneto è stata la visione del filmato che ripercorreva il quinquennio del percorso scolastico. I ragazzi hanno constatato la loro crescita sia in statura che culturale attraverso eventi significativi quali il carnevale, la prima comunione, le gite, la manifestazione “libri in fiore”, i laboratori di creatività e quant’altro con l’intento di lavorare insieme nel divertimento e nella fatica per dare il meglio di sé.

Sono poi stati consegnati ad ognuno la pergamena che attesta il passaggio alla scuola superiore con il tocco del cappello della laurea universitaria. E così via libera ai sogni per il futuro: la parrucchiera, il fotografo, lavorare nella moda, architetto, prof. di storia, l’ambiente… e tanti ringraziamenti alle maestre che li hanno preparati a diventare adulti.

E  dopo tanto gioco ed emozioni un bel aperi-cena preparato dai genitori.

 

PRE E POSTSCUOLA

L’emergenza COVID ha purtroppo portato drastici e dolorosi cambiamenti nella vita di ognuno di noi.

La scuola è uno dei settori della nostra vita che maggiormente è stato investito da questi mutamenti.

Con questa lettera vorremmo informarvi di ciò che accadrà al nostro pre-scuola, da anni garantito gratuitamente dal servizio di volontari e fiore all’occhiello del nostro locale plesso scolastico.

Da tempo il numero dei volontari era appena sufficiente a fornire il servizio ed estremamente risicato. Quest’anno ben quattro volontari in seguito a più che seri motivi hanno rassegnato le proprie dimissioni. Con i restanti volontari ci si è trovati a dover far fronte ad un servizio che a causa delle nuove regole imposte dalla pandemia si è fatto ancor più impegnativo e delicato.

In epoca ancora pre-COVID un appello è stato rivolto alle famiglie. Si è chiesto ai genitori e/o ai nonni un’ora di disponibilità settimanale al volontariato. Purtroppo tanto auspicata disponibilità non ci è pervenuta. Nessuno (!) ha risposto all’invito.

Pertanto stante la situazione ancor mutevole ed incerta imposta dai tempi, visti i nuovi carichi di lavoro previsti e la carenza di volontari, si è deciso di non chiedere ulteriori sforzi (maggior disponibilità, doppi turni, impegno) a questi ultimi, di non coinvolgerli in una situazione in continuo ed imprevedibile divenire e soprattutto data l’età avanzata della più parte di loro di evitar loro esposizione a rischi sanitari e proteggerli il più possibile.

Si è cercata comunque una soluzione e tale soluzione è stata individuata nell’impiego della cooperativa “Gnomi e Folletti” che già fornisce il servizio per il post scuola. La cifra richiesta alle famiglie è decisamente modica (l’equivalente di un caffè al giorno) e in parte è sostenuta dall’Amministrazione comunale.

Un grazie enorme va ai Volontari che in tutti questi anni hanno garantito il servizio e che anche quest’anno si sono detti disponibili a proseguirlo ma la cui volontà si è infranta contro il muro di questa maledetta pandemia.

 

LE INIZIATIVE DELLA BIBLIOTECA

BANDO A SOSTEGNO DELLE LIBRERIE

La nostra piccola ma efficiente biblioteca è stata assegnataria della somma di 5000 euro avendo partecipato al bando promosso dal governo a sostegno delle librerie. Una cifra decisamente superiore alle nostre aspettative e che essendo finalizzata esclusivamente all’acquisto di libri ci ha costretto a decisioni mirate e soprattutto rapide. Questo anche perché la cifra ottenuta doveva essere rendicontata in un lasso di tempo veramente ed inesorabilmente breve, pena il venir meno delle condizioni imposte dal bando.

Per la scelta dei libri si sono consultate le classifiche di IBS e dei vari giornali, ma soprattutto si è tenuto conto delle richieste e delle preferenze dimostrate dai nostri lettori. Si è pensato anche di coinvolgere le scuole per contribuire a loro eventuali progetti.

Un duro lavoro di catalogazione è seguito all’arrivo dei nuovi libri ma ora la Biblioteca dispone di molti nuovi titoli e può offrire un panorama ed una scelta di letture più ampio e variegato.

Il miglior premio e la maggior soddisfazione per chi si è tanto prodigato per il buon esito di questa iniziativa ( i volontari della biblioteca) sarà la vostra frequentazione.

Accorrete numerosi. I libri e la cultura sono cibo per la mente. E la nostra biblioteca offre un eccellente e gratuito servizio.

 

MANIFESTAZIONI ED EVENTI

COMIGNAGO….PAESE A SEI CORDE

Sabato 20 giugno dopo tre settimane ininterrotte di maltempo che ha fatto pensare anche a possibili piani alternativi, una splendida giornata di sole ha sfumato in una serata tiepida e limpida che ha coronato un indimenticabile evento per Comignago.

Da quella sera infatti il nostro Comune può fregiarsi del titolo di “Paese a sei Corde” avendo ospitato la prestigiosa rassegna musicale omonima.

“Un Paese a Sei Corde” è un festival che come recita il sito internet dell’organizzazione è nato dall’idea di “un gruppo di amici e di professionisti che si incontrano intorno ad uno strumento meraviglioso: la chitarra in tutte le sue declinazioni”.

Giunto alla quindicesima edizione, dopo tre lustri di intensa attività sul territorio si è trovato ad essere una delle rassegne chitarristiche più importanti al mondo, con pubblico ed artisti internazionali.

Oltre alla valorizzazione della chitarra e del suo repertorio, la peculiarità del festival è il suo essere itinerante. Ogni serata ed ogni concerto  vengono tenuti (da giugno a settembre) sempre in luoghi e Comuni diversi. Tutti i sabati e tutte le domeniche ottima musica viene calata in luoghi stupendi, cioè i nostri paesi, valorizzandone le bellezze. Illustri chitarristi si esibiscono nelle nostre piazze, chiese, parchi. Non importa se il paese ospitante sia grande o piccolo, ricco o povero, l’importante è che abbia un angolino da offrire … e molti di questi angolini sono sorprendenti.  Lo staff di “Un Pese a Sei Corde”con opportuni allestimenti e con musica e concerti di altissima qualità riesce a far diventare per una sera questi luoghi il centro del mondo. Altissima infatti è l’affluenza di pubblico alle serate in programma, con persone in arrivo anche da lontano e che uniscono al piacere dell’ascolto, la gioia di scoprire luoghi di cui forse neanche conosceva l’esistenza.

Comignago è uno di questi luoghi. Piccolo ma vispo, povero ma bello e quando ad ottobre l’Amministrazione Comunale ha preso contatti con gli organizzatori del festival e li ha accompagnati in un sopralluogo per le vie del paese,  questi sono rimasti folgorati dalla bellezza della nostra scenografica piazza e della monumentale scalinata. In breve ed in perfetta sintonia di intenti si è organizzata la serata, scegliendo una data che rientrasse nell’ambito della nostra festa patronale ed avendo cura di arricchire l’offerta culturale senza sovrapporsi al programma religioso della Parrocchia  e a  quello ludico della Pro Loco, realtà con le quali e dalle quali si è avuta collaborazione e sostegno.

Poi è arrivato il COVID e tutto è rimasto in sospeso. Fino all’ultimo.

È inutile ricordare quello che si è vissuto e si sta vivendo in questi mesi. Ci siamo chiesti se fosse opportuno andare avanti con questa iniziativa. La sofferenza e la fatica di quei mesi, il dolore per i lutti, le continue incertezze ed incognite sugli sviluppi del contagio e delle normative hanno reso necessarie sofferte valutazioni.

Si è deciso di procedere. Perché forse era giusto farlo. La cultura ed il suo indotto era giusto che tornassero  al loro sano fermento, come era giusto che la gente potesse tornare ad una parvenza di normalità.

Era  giusto che la voglia di vivere tornasse a prevalere sulla paura di morire.

Si è buttato il cuore oltre l’ostacolo, si è preso un profondo respiro e si è partiti per questo viaggio che ha portato al successo di questa serata che ha avuto come protagonista il chitarrista abruzzese Andrea Castelfranato.

Noto da anni per il suo virtuoso talento, l’artista ospite ha emozionato e stupito il pubblico con un ricco repertorio di composizioni per chitarra acustica e classica. Riconosciuto maestro internazionale, è stilisticamente unico e si pone come modello di riferimento per allievi di tutto il mondo grazie alla sua partecipazione ai più importanti festival chitarristici ma soprattutto grazie al web. Tantissimi sono i video sparsi nella rete che mostrano ragazzi o chitarristi alle prese con l’interpretazione delle sue musiche. Da anno svolge concerti in tutta Europa e ha rappresentato l’Italia in diversi festival internazionali.

Diplomato in chitarra acustica con il massimo dei voti, lode e menzione speciale per la composizione presso l’Accademia Lizard di Fiesole, chitarrista per molti anni nel gruppo Alexian Group del fisarmonicista Santino Spinelli, ha suonato in Europa nei maggiori festival e teatri incidendo vari dischi.

Da solista è stato invitato ad aprire i concerti di importanti artisti quali Antonella Ruggiero, Tony Mc Manus, Alex Britti, Irene Grandi ecc. Ha partecipato a vari programmi televisivi Rai e Mediaset con l’Alexian Group quali Alle Falde del Kilimangiaro, Uno Mattina, Maurizio Costanzo show.

Diverse le interviste su numerose riviste specializzate: Chitarre, Guitar Club, Akustik Gitarre, Chitarra Acustica, Folk Bulletin. Nel dicembre 2018 si è esibito sul palco del Teatro Ariston di Sanremo nella finale del contest musicale “Fiat Music”.

 

NUOVO MEDICO

L’Amministrazione Comunale è lieta di accogliere presso l’ambulatorio comunale il Dr. Alessandro Neri, che ha preso servizio il 7 ottobre.

Il nuovo medico riceve il mercoledì dalle 14.00 alle 15.00 e risponde al numero 3332760103 e alla mail alexneri86@gmail.com .

Per la scelta e la revoca del medico di famiglia ci si può rivolgere agli sportelli scelta/revoca del medico di medicina generale ad Arona p.zza De Filiippi 2 dal lunedì al  venerdì dalle 8.30 alle 13.00 ed il martedì ed il giovedì anche dalle 14.00 alle 15.30. oppure tramite  la mail sceltarevoca.aro@asl.novara.it allegando alla richiesta carta d’identità e codice fiscale.

 

 

UFFICI COMUNALI

In ottemperanza alle disposizioni del DPCM del 3 novembre 2020, l’accesso agli uffici comunali è consentito solo su appuntamento e per le attività indifferibili ed urgenti.

Obbligatorio l’uso della mascherina.

Nel sito del Comune sono reperibili i numeri  dei vari uffici altrimenti si può telefonare al centralino

0322 50000

 

AVVISO

Tutti i maggiorenni del nostro Comune che volessero far parte del Gruppo dei Volontari Comunali possono dare la loro disponibilità compilando apposito modulo.

E’ sempre possibile iscriversi e non è mai troppo tardi per farlo. Il Vostro sarà un contributo importante.

Informazioni presso il Comune

Tutte le Vostre comunicazioni dovranno pervenire

-          per posta all’indirizzo                    COMUNE DI COMIGNAGO Via Principale 4

-          per email all’indirizzo                    informa.cittadino@comune.comignago.no.it

sabato 13 giugno 2020

UN PAESE A SEI CORDE



Chi siamo

Un gruppo di amici e di professionisti che si incontrano intorno ad uno strumento meraviglioso: la chitarra in tutte le sue declinazioni.
  • Le parole magiche che uniscono gli amici che collaborano  a UN PAESE A SEI CORDE non possono essere che PASSIONE e PIACERE.
  •  La passione per la chitarra
  •  La passione per le cose e le persone "belle"
  •  Il piacere di ascoltare musica "speciale e unica"
  •  Il piacere di vedere spuntare sorrisi sul viso degli spettatori
  • Il piacere di condividere e di conoscere nuovi estimatori o scopritori della chitarra
  • Il piacere di scoprire vincenti scelte difficili o controverse
  • Il piacere di avere azzeccato tutto
  • Il piacere di avere inserito il/i musicista/i nel giusto contesto e di avere contribuito a innescare quella magia meravigliosa che rende certi momenti indimenticabili
  • ...anche il piacere di ricevere critiche, magari non gradevoli, ma sincere sulle quali riflettere.
Per conoscere meglio l'associazione La finestra sul lago - Un paese a sei corde Vi invitiamo a visitare il loro sito ufficiale http://www.unpaeseaseicorde.it/ita


lunedì 8 giugno 2020

CUMIAC(G) - GIUGNO 2020



CÜMIAC(G)
GIUGNO 2020
FOGLIO INFORMATIVO A CURA DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE - PRO MANUSCRIPTO


Ci sarebbe stato molto da scrivere in questo numero di Cumiac ma il flagello del Coronavirus molto ha condizionato il quotidiano di questi mesi, costringendo ognuno di noi a radicali limitazioni e cambiamenti nei propri stili di vita. Mentre un’Italia costituita da ammalati e personale medico lottava in prima linea, un’altra Italia guardava partecipe e commossa agli sforzi della prima e, costretta in casa, faceva dell’assoluta inattività una paradossale forma di lotta e di sostegno.
Un paese intero si è fermato fremente e voglioso di ripartire al più presto, conscio che ogni giorno che passava era un danno per la propria economia ma un passo avanti verso la fine del male.
Aziende chiuse, lavoratori a casa, supermercati presi d’assalto, disagi e difficoltà soprattutto per anziani e per le persone più fragili. Paure ed incertezze, ansie dovute all’isolamento forzato e all’incertezza per il futuro. E poi un numero impressionante di contagiati e…tanti morti.
Progetti archiviati, opere rinviate, soldi spesi, fatica.
In tutto questo l’Italia ha però riscoperto una forza ed un’energia insospettata. Una tenacia e capacità di resistere oltre ogni aspettativa. Un riaffiorare di valori comuni e condivisi, di atti di solidarietà e di eroismo (medici, infermieri e forze dell’ordine allo stremo delle forze ma sempre presenti) come non si vedevano dalla Resistenza.
E tutto questo da sola, con le sue forze, di fronte ad un’Europa che è stata a guardare se non addirittura ad ostacolare, scoprendo però quanto è  brava e guadagnando ogni giorno sempre più fiducia in sé stessa.
Facile è trovarsi uniti quando la Nazionale e la Ferrari vincono, molto più difficile nel momento della prova e della paura, quando tutto porterebbe alla divisione, alla critica, all’egoismo. L’Italia è riuscita in questa impresa… come si addice ad una comunità che dall’essere semplice plebe si forgia in nazione e popolo.
Finita questa nottata ci si dovrà attendere una dura e difficile ripresa. Si continuerà con le consuete lotte tra politici, con gli insulti degli opinionisti, con i leoni da tastiera, con i tuttologi di facebook, con i virologi da prima pagina, con le ricerche di capri espiatori, con le accuse ai presunti colpevoli e le difese più o meno fantasiose degli accusati seguite da nuove accuse alla volta degli accusatori.  Ma l’energia e la creatività di cui gli Italiani ancora una volta hanno dato dimostrazione, sapranno esplodere e trainarci ai nostri consueti livelli di qualità e competitività.

Comignago come tutti gli altri comuni italiani si è trovato a dover far fronte a quest’emergenza, distogliendo fondi, risorse ed energie che avrebbero potuto e dovuto essere altrove destinate.
Si è fatto ciò che si è potuto con tutte le incertezze che sono state anche incontrate dal Governo centrale. Una situazione di tale portata non si vedeva  dalla fine della guerra. Mai ci si è trovati di fronte ad una difficoltà così ciclopica. Si è dovuto “in diretta” capire cosa fare, senza un’esperienza pregressa come riferimento o come scuola, senza protocolli o procedure collaudate, districandosi tra ordini e contrordini, normative e decreti del mattino aggiornati o cambiati alla sera. Tra decreti governativi, disposizioni regionali, valutazioni dei vari Enti spesso divergenti o addirittura contrastanti. Interpretazioni e decisioni sostanzialmente diverse prese in Comuni limitrofi. Discussioni ed opinioni di vario orientamento all’interno delle stesse Amministrazioni e tra cittadini dello stesso quartiere.
La nostra Amministrazione ha ritenuto prudente allinearsi al sentire comune e alle linee guida impartite dagli organi preposti, mediando tra le esigenze della gente e l’ascolto delle valutazioni di esperti ed addetti ai lavori, non sempre le prime in accordo con le seconde.
Da subito si è attivata per far pervenire ai cittadini il maggior numero possibile di informazioni, avendo però cura ed il difficile e oneroso compito di vagliarle, proponendo solo quelle veramente utili e presentandole nel modo più chiaro possibile, districandosi tra centinaia di mail e direttive che incessantemente arrivavano presso gli uffici comunali. Una intera sezione del sito comunale è stata dedicata a raccogliere aggiornamenti, ordinanze, circolari, disposizioni regionali e ministeriali. In essa sono state pure caricate istruzioni, brochure, domande e risposte sul covid-19, vademecum al sostegno psicologico e norme comportamentali, regolamenti di polizia mortuaria e di protezione civile.
Molti hanno lamentato la carenza dell’informazione avuta, ma l’Amministrazione, a torto o a ragione ma in assoluta buona fede e trasparenza, ha deciso fin da subito di utilizzare solo canali ufficiali quali il sito del Comune e di NON ricorrere ai vari social, sicuramente più popolari ma molto più dispersivi. Ha altresì deciso di evitare annunci, videomessaggi, lettere aperte, per non subissare l’utenza di una miriade di informazioni spesso inutili, ridondanti o peggio, fuorvianti.
La scelta può non essere stata condivisa o gradita da molti di voi, e di questo l’Amministrazione si scusa, ma si è optato per l’immediatezza, la correttezza, e la semplicità dei messaggi  perché fossero di subitanea presa e pronta efficacia.
Si è poi provveduto a due forniture di mascherine distribuite gratuitamente alla popolazione e si è organizzata una sanificazione ed un lavaggio delle strade, cosa che come Arpa ha avuto modo di sottolineare sarebbe stata di scarsa efficacia ma che sicuramente ha diffuso un senso si maggior sicurezza ed igiene nella collettività. Si è successivamente sanificato il palazzo comunale e lo scuolabus.
Quando è stato possibile accedere alle risorse derivanti dal Fondo di solidarietà alimentare si è pensato a procurare e a recapitare agli aventi diritto pacchi spesa e buoni alimentari.
Fortunatamente nonostante le difficoltà quotidiane ed i problemi incontrati da molti non si sono avute grosse criticità anche se alcuni generosi cittadini hanno dato disponibilità del loro tempo libero mettendo volontà ed energie a servizio degli altri. Purtroppo non sempre si è riusciti a comunicare adeguatamente e a coordinarsi nel migliore dei modi.
Si è disposta la chiusura del cimitero, considerato possibile luogo di aggregazione, e di concerto con le Amministrazioni dei Comuni confinanti si è dovuta a malincuore imporre la chiusura del Parco dei Lagoni e interdirlo alla fruizione a causa dell’alto flusso di persone che contravvenendo al decreto governativo, anziché stare in casa si sono riversate a passeggiare in esso.
L’Amministrazione si è dotata di un sistema per videoconferenze messo a disposizione gratuitamente da Anci Piemonte, mentre il personale ha potuto svolgere il proprio lavoro mediante smart working, garantendo comunque sempre un presidio fisso di una persona a turnazione presso gli uffici comunali. Seppur con orario ridotto si è cercato di dare risposte immediate e dirette alle richieste della gente.
Nel complesso la comunità comignaghese  si è comportata molto bene, rispettando limitazioni e divieti pazientemente. Di questo l’ Amministrazione le è grata.

SERVIZIO PagoPA
La Ragioneria comunale è lieta di annunciare che dal primo febbraio2020 è operativo il servizio PagoP.A. cioè la possibilità per tutti i cittadini di poter pagare direttamente tramite un apposito portale regionale on line, bolli auto, multe, mensa scolastica, scuolabus e altri servizi offerti da Comuni e Regione. Purtroppo la procedura per avviare il servizio è stata lunga e farraginosa, complessa oltre le normali aspettative e ci è voluto un po’ di tempo per vederlo a regime. Di questo ci si scusa con l’utenza.

LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA
Nel mese di gennaio l’Amministrazione ha provveduto a stanziare i fondi occorrenti a finalizzare lavori di manutenzione straordinaria di beni del Comune.
Euro 488,00 sono stati spesi per sistemare alcuni impianti elettrici ubicati presso il Cimitero e presso il Municipio. Da tempo bisognosi di manutenzione, detti impianti sono stati revisionati e all’occorrenza riparati.
Euro 4941,00 sono stati invece investiti per la sostituzione dei canali di gronda della nostra scuola primaria G.Ungaretti, più volte oggetto di infiltrazioni in occasioni di piogge e precipitazioni.
Altro importante lavoro di manutenzione,  questa volta a carico della nuova Amministrazione Provinciale  e da quest’ultima eseguito e finanziato dopo i nostri ripetuti solleciti, è stata la sistemazione degli aiuole e delle isole spartitraffico in prossimità della strada che sale a Revislate e dell’ incrocio sottostante la chiesa e l’oratorio. Ormai invase da vegetazione spontanea, degradate, sbriciolate e con i cordoli in frantumi, sono state riqualificate e sistemate.

RACCOLTA RIFIUTI
La gestione dei rifiuti è una delle sfide più importanti in tema di salvaguardia ambientale e sviluppo sostenibile del territorio. Prevenire l’eccessiva produzione di scarti e fare una buona raccolta differenziata , recuperando tutti i materiali possibili, sono i principi basilari di una corretta gestione integrata dei rifiuti.
Come già detto nei numeri passati di “Cumiac”, l’Amministrazione ringrazia tutta la Cittadinanza per gli ottimi risultati raggiunti, che hanno visto il nostro Comune passare da una percentuale del 57%  di differenziazione nel 2016 all’83% nel 2018, tanto da essere premiato con un attestato di qualità tra i migliori comuni di tutto il Piemonte. Per il 2021ormai si punta all’ eccellenza, cioè alla soglia  del 90%.
Piccolo dato negativo quello del 2019, anno in cui dai dati ancora in corso di accertamento risulta un lieve aumento del quantitativo della raccolta  dell’indistinto.
In accordo con il Consorzio e MNA si stanno valutando le cause di quanto accaduto e al momento si è visto che il trasferimento di alcune famiglie ,  ma soprattutto di alcune fabbriche, ha portato un accumulo di materiale di scarto. Inoltre l’introduzione del sacco conforme anche nei paesi limitrofi ha incrementato l’abbandono lungo le strade ed in campagna.
Nel primo caso si è pensato ad episodi contingenti, quindi migliorabili nel breve periodo, ma nel secondo caso a vera e propria inciviltà ed ignoranza.  Si sono predisposti perciò controlli severi , anche tramite foto trappole, che hanno portato risultati apprezzabili nella individuazione di soggetti indisciplinati e prontamente sanzionati.
Continueremo in questa direzione , cercando anche un coinvolgimento più diretto della gente, mediante serate dedicate tenute da personale del settore ed insistendo nelle scuole con lezioni specifiche per educare le nuove generazioni ad una sempre maggiore attenzione al rispetto ambientale.
Per la consegna dei sacchi conformi ad ogni utente fornito di tessera, gli orari precisi sono pubblicati sul sito del comune.
La novità di quest’anno riguarda la consegna ad ogni utente di un contenitore del vetro identificato con il logo del comune e che rispetta le norme di sicurezza previste per gli operatori.
Crediamo in questo modo di rendere più sicura ed ordinata la raccolta migliorando il servizio per tutti.
In questa tornata non saranno più forniti i sacchi gialli per la raccolta della plastica, per altro facilmente reperibili in commercio a costi contenuti.
Da ultimo un invito affinché si torni ai risultati eccellenti conseguiti dalla nostra comunità, riservando la dovuta attenzione alla diversificazione nella raccolta dei rifiuti, così da conservare un ambiente sano per le nostre generazioni future.
SALONE PARROCCHIALE
Duemila euro di contributo sono stati erogati a beneficio della nostra Parrocchia di San Giovanni Battista per un intervento di ristrutturazione ed ampliamento del salone parrocchiale, luogo di aggregazione gradito e apprezzato da tutta la cittadinanza.
La legge prevede che i Comuni riservino una quota dei proventi derivanti dagli oneri di opere di urbanizzazione secondaria per finanziare interventi di straordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione ed ampliamento, eliminazione totale o parziale di barriere architettoniche, in opere riferite agli edifici di culto ed alle pertinenze funzionali del culto stesso.
In ossequio a tale previsione normativa, è con estremo piacere che l’Amministrazione ha individuato nella richiesta pervenuta da parte della Parrocchia, la possibilità di erogare detti fondi a beneficio della collettività.

PULIZIA E MANUTENZIONE DEI TERRENI DI PERTINENZA DELLE STRADE
Preso atto che lo stato delle strade su tutto il territorio comunale, in modo particolare nelle zone periferiche e di campagna, è pregiudizievole per la sicurezza e l’incolumità pubblica, costituendo potenziale pericolo alla circolazione veicolare e pedonale e riscontrato che su numerose aree di proprietà privata vi è presenza di vegetazione spontanea, erbacce e sterpaglie che oltre ad essere indecorose, possono essere potenzialmente e facilmente causa di pericolo e danni a infrastrutture e impianti di pubblico servizio oltre che di pericolo per la salute e l’igiene pubblica, il Sindaco ricorda che le strade devono essere costantemente mantenute in stato di percorribilità.
Pertanto in ottemperanza degli art.29 e art. 31 del D.L.vo n.285/1992 ORDINA a tutti i proprietari, affittuari, conduttori o detentori a qualsiasi titolo dei terreni che fronteggiano le strade comunali e provinciali situate sul territorio comunale di provvedere a potare o tagliare siepi e rami di alberi che nascondono la segnaletica o la pubblica illuminazione compromettendo la visibilità e la circolazione; di provvedere a garantire una fascia di rispetto sul ciglio o alla base delle scarpate in modo da impedire il riversamento di terreno nelle cunette; di pulire le cunette rimuovendo vegetazione incolta, erbacce e sterpaglie; di pulire fossi laterali alle strade, cunette e ripe invase dal terreno.
Tali operazioni sono da effettuarsi in assoluta sicurezza e costantemente tutto l’anno.
Ai trasgressori saranno applicate le sanzioni previste. La mancata ottemperanza comporterà l’esecuzione d’ufficio dei lavori con addebito di tutte le spese a carico del trasgressore oltre alle sanzioni accessorie.

Dovremmo ora parlare di scuola e biblioteca ma …. Entrambe queste due realtà hanno dovuto come ormai noto sospendere le proprie attività.
Riportiamo comunque quanto fatto fino all’inizio dell’emergenza.

LA NOSTRA BUONA SCUOLA
IL CONCERTO NATALIZIO DEI BAMBINI DELLA SCUOLA PRIMARIA
Giovedì sera 19 dicembre davvero suggestivo e preparato in piena regola è stato il concerto realizzato dagli alunni della scuola primaria con il maestro Vittore Savoini e tante prove durante l’anno scolastico.
I bambini con maglione bianco e cappello di babbo Natale hanno emozionato il pubblico di genitori e nonni che gremiva il salone delle feste della villa Giannone perfetta cornice per un’atmosfera antica.
I canti natalizi con l’Inno alla gioia hanno coronato le fatiche della preparazione di alunni, maestre, e maestro Vittore.
Comunicazione importante da parte delle maestre: il concorso “scuola pulita” è stato vinto ,finora, dalla classe 5° e 3°.
Non sono mancati i ringraziamenti alla proprietà Giannone e all’Amministrazione Comunale.
 Il Sindaco ha distribuito copia della costituzione ai più grandi e regali ai piccoli e con la collaborazione della Pro loco ha presentato un omaggio ai volontari che prestano accoglienza ai bambini permettendo ai genitori di recarsi al lavoro.
NATALE AL NIDO DEGLI SCOIATTOLI
Venerdì 13 dicembre le educatrici dell’asilo nido “Il nido degli scoiattoli” con largo anticipo hanno festeggiato il Natale con i bambini.
Il tutto si è svolto come in un normale inizio di giornata con i piccoli in circolo a partecipare all’”assemblea” che si tiene ogni mattino. Questa volta però hanno partecipato anche i loro genitori. I bimbi solitamente partecipano attivamente rispondendo alle sollecitazioni delle maestre e questa volta si sono esibiti con canti animati dando prova della loro competenza.
A loro volta i genitori sono stati invitati a collaborare con piatti della tradizione del pranzo di Natale. Tutti hanno così potuto gustare insieme prelibatezze godendo della gioiosa compagnia.
Naturalmente i bambini, essendo di casa, si sono poi rivolti ai cesti che contenevano i giochi.
LE INIZIATIVE DELLA BIBLIOTECA
DAL GRUPPO UN FILO TIRA L’ALTRO A NATI PER LEGGERE
Davvero una bella sorpresa la cinta del municipio addobbata con alberelli natalizi eseguiti all’uncinetto dalle signore che s’incontrano il venerdì per lavorare a maglia e ricamare. Hanno dato via libera all’estro di ognuna confezionando pannelli colorati che cuciti ad arte fanno pensare all’importanza della scelta di lavorare insieme. Non nuove a simili iniziative,le nostre signore già in altra occasione hanno addobbato il paese di pannelli di colore rosso per sensibilizzare alla violenza sulle donne.
Un altro momento importante, l’incontro di “Nati per leggere” con i bambini dai 3 ai 10 anni presso la sala mensa della scuola sabato 7 dicembre. La storia di Babbo Natale ed il laboratorio che ne è seguito per confezionare oggetti attinenti al Natale è un momento che si realizza con periodicità ed i bambini godono di lettura e manualità.
Durante la settimana le volontarie della biblioteca hanno accolto i bambini della scuola primaria, un’occasione per avvicinarli alla lettura ed al piccolo laboratorio di oggetti attinenti al tema proposto.
TRAGUARDI”
Questo il titolo del libro raccontato dall’autore Franco Uboldi venerdì 31 gennaio presso la sala consigliare del nostro Comune, su invito e promozione della nostra biblioteca.
La descrizione dettagliata dell’evento è riportata nella rubrica DE VIRIS ILLUSTRIBUS poco righe più avanti.

MANIFESTAZIONI ED EVENTI
CONCERTO DI NATALE DEL CORO SAN GIOVANNI BATTISTA
Domenica 22 dicembre il nostro Coro parrocchiale San Giovanni Battista si è esibito presso la chiesa di Santo Spirito regalandoci una serie di canti natalizi e aprendo la serata agli ospiti d’onore, la conosciuta ed apprezzata corale di Ameno che ha espresso bel canto ed un repertorio ricercato e sofisticato.
Un’ora abbondante di buona musica che ha colto il favore del numeroso pubblico che gremiva la chiesa.
Al termine presso la Sala Consigliare del nostro Comune, la Pro Loco ha offerto un rinfresco come da tradizione natalizia con panettone, cioccolata e vin brulè.
La serata è stata patrocinata dall’ Amministrazione Comunale e resa possibile anche grazie alla sempre disponibile Famiglia Giannone che ha liberamente messo a disposizione la chiesa di cui è proprietaria.

DE VIRIS ILLUSTRIBUS
TRAGUARDI”
Nello scorso numero definimmo “Cumiac” come uno scritto a cura dell’Amministrazione comunale, nato per riportare avvenimenti e fatti riguardanti la nostra Comunità e per informare quest’ultima circa le iniziative e le delibere messe in essere. Ritenemmo però giusto che qualora se ne verifichino le condizioni, “Cumiac” possa e debba riportare anche avvenimenti e fatti riguardanti le singole persone  e le gesta di Comignaghesi meritevoli, che distinguendosi per il loro operato, hanno dato lustro al paese.
Franco Uboldi è aronese ma è persona molto legata a Comignago e noto anche grazie al fatto che è padre, suocero e nonno di persone residenti conosciute e stimate in paese.
“Traguardi” è il titolo del libro da lui scritto e che Franco ci ha raccontato  venerdì 31 gennaio presso la sala consigliare del nostro Comune.
Franco Uboldi è il ciabattino che con una punta di nostalgia gli anziani aronesi amano ricordare sul “corso” quando usava farsi risuolare le scarpe. Uboldi nato nel 1934 in quel di Parabiago, aveva un sogno nel cassetto e al compimento dei 60 anni nel 1988 chiude bottega e si dedica a tutto corpo allo sport.
Dopo aver iniziato a lavorare come accadeva allora a 10 anni, vuole prima di tutto farsi un minimo di quella cultura che non gli è stata concessa da ragazzo e così con l’aiuto della professoressa Angela affronta temi e letture classiche. Gli è sempre di supporto l’amata moglie Yvonne.
Inizia la passione per lo sport, in particolare la bicicletta, e Franco mette nero su bianco le sue avventure  su fogli che lo scrittore Antonio Del Gaudio raccoglie ingialliti e trasforma in un libro di 400 pagine.
La sera di venerdì 31 gennaio il racconto appassionato dell’autore coinvolge il pubblico. Con la sua bicicletta attrezzata di tenda, fornello e quant’altro ha costeggiato in 24 tappe i quattro mari dal Ligure, Tirreno, Ionio, Adriatico. Da Arona, le gitarelle a Venezia sono all’ordine del giorno e a seguire naturalmente  gran parte dell’Europa da Barcellona, Amsterdam, Copenaghen, la Valle della Loira.
Il suo motto è: “Non c’è modo di conoscere la società se non viaggiando e conoscendola dall’interno”.
Tanti sono gli aneddoti: il bambino che vuole dormire in tenda con lui, la signora del bar che vedendolo fradicio e con le mani paralizzate dal gelo lo invita nel suo bagno e gli offre doccia e indumenti caldi e piatti tipici dei luoghi.
Le biciclettate effettuate sovente con la figlia Manuela offrono la visione di paesaggi incantevoli nonché i disagi del grande freddo e del grande caldo ma Uboldi non si scoraggia e arriva sempre al traguardo prefissato: non sono mancati incidenti causati dal traffico cittadino che hanno gravemente compromesso la sua salute ma non rallentato la passione che a tutt’oggi lo accompagna.
Intanto possiamo trovare nelle librerie TRAGUARDI, biografia romanzata da Antonio del Gaudio e ispirata a racconti e viaggi di Franco Uboldi, ex ciabattino, che un giorno, tra le altre cose, si innamorò di penna e bicicletta.
UN LUTTO
L’Amministrazione Comunale vuole ricordare anche a nome della comunità comignaghese, commossa e riconoscente, la scomparsa della Dottoressa Maria Grazia Fagnoni per anni medico di base di molti. Stimata per le sue qualità professionali, è da tutti ricordata per la  gentilezza ed il garbo con cui riceveva i pazienti e per l’attenzione e l’empatia con cui li seguiva.
FIOCCO ROSA
L’Amministrazione comunale è lieta di dare il benvenuto alla piccola Ludovica, che il 14 maggio è venuta alla luce per la gioia di mamma Lucrezia, la nostra impiegata dell’Ufficio Anagrafe. Un raggio di luce e di speranza in un periodo così cupo e difficile per l’intera comunità.
Mamma Lucrezia è stata presente al lavoro fino all’ultimo e anche quando è dovuta stare a casa nelle ultime settimane della gravidanza è sempre stata disponibile telefonicamente per un consiglio ai colleghi rimasti e per un supporto ed un aiuto alla popolazione. Di questo l’Amministrazione le è grata e la ringrazia anche a nome della cittadinanza che in lei ha sempre trovato risposte e un punto di riferimento.
AVVISO
Tutti i maggiorenni del nostro Comune che volessero far parte del Gruppo dei Volontari Comunali possono dare la loro disponibilità compilando apposito modulo.
E’ sempre possibile iscriversi e non è mai troppo tardi per farlo. Il Vostro sarà un contributo importante.
Informazioni presso il Comune
Tutte le Vostre comunicazioni dovranno pervenire
-          per posta all’indirizzo                    COMUNE DI COMIGNAGO Via Principale 4

-          per email all’indirizzo                    informa.cittadino@comune.comignago.no.it